lunedì 21 luglio 2014

Un weekend alla scoperta della Maremma e di Pitigliano

Un weekend alla scoperta della Maremma e di Pitigliano

Oggi vogliamo darvi un'idea per organizzare un weekend in una Toscana un pò diversa da quella famosissima di Firenze, Siena e del Chianti. Una Toscana però altrettanto affascinante che, forse proprio perché un po’ meno frequentata, si dimostra una perfetta destinazione per organizzare il vostro weekend romantico. Si tratta della Maremma e della città del Tufo di Pitigliano e delle vicine Sorano e Sovana. Potrete trascorrere la vostra vacanza godendovi il fascino di borghi senza tempo, rilassarvi alle Terme di Sorano e al bio agriturismo La Bell'Antiglia, scoprire la piccola Gerusalemme di Pitigliano, dedicarvi alla cucina locale nei ristoranti consigliati e alla cultura nei parchi archeologici etruschi.


Pitigliano

Pitigliano

Pitigliano saprà affascinarvi fin dal momento in cui vi apparirà dalla strada. Abbarbicata su una rupe e scavata nella roccia di tufo, si staglia come una grande isola che si alza dal mare. E infatti per raggiungerla, lasciata l’auto nel parcheggio appena fuori dal centro storico, dovrete attraversare un vero e proprio ponte. Ma non preoccupatevi, all’interno del borgo l’auto è del tutto inutile, i vicoli infatti sono così stretti che i pochi mezzi con cui i Pitiglianesi possono muoversi sono gli scooter o gli ape car. Ma il bello di questo luogo incantato è proprio quello di passeggiare per le sue strette stradine, godersi le botteghe dell’artigianato locale, i paesaggi che si aprono improvvisamente e i balconi fioriti. Qui sembra che il tempo si sia fermato e non temete di perdervi tra le strade un po’ tortuose, potrete sempre chiedere un indicazione a qualche anziana signora che, nel tardo pomeriggio, si posiziona con la sua sedia sotto la fresca ombra dei vicoli a chiacchierare con le vicine.
Gli ape car sfrecciano negli stretti vicoli di Pitigliano

Cosa vedere a Pitigliano

Il centro storico non è troppo esteso e quindi dovrebbero bastarvi due o tre ore per visitarlo. Sicuramente sono da non perdere: la fortezza e il palazzo Orsini, la Fontana delle Sette Cannelle, la Cattedrale di San Pietro e Paolo. Se non bastasse, ad aggiungere fascino al luogo c’è la piccola Gerusalemme di Pitigliano, il quartiere ebraico posizionato proprio al centro del paese. Il suo tempio risale al 1598 e ancora oggi sono visitabili la sinagoga, il forno degli azzimi e il bagno rituale.

I dintorni di Pitigliano: Sovana, le terme di Sorano e le necropoli etrusche

Visitata l’affascinante Pitigliano, e trascorsi momenti romantici tra i suoi vicoli e paesaggi, potrete dedicarvi a visitare i dintorni di Pitigliano. In particolare meritano una visita Sovana un raro gioiello di urbanistica medievale rimasto immutato nel tempo e Sorano, dove il vostro weekend romantico potrà prendersi un momento di relax visitando le sue famosissime terme. Le Terme di Sorano, note fin dal Medioevo sono fruibili sia attraverso uno stabilimento ma anche liberamente, basta un costume e potete tranquillamente immergervi nelle sue sorgenti.
Dopo essersi rilassati alle terme, vi sentirete pronti per dedicare un po’ di tempo alla cultura (anche per non sfigurare con il vostro partner!). Tappa obbligata della dimostrazione che avete degli interessi culturali è l'insediamento etrusco di Sovana. Si tratta di un’estesa area archeologica, scoperta nel 1843 da un archeologo inglese e nota come la Via del Tufo, dove è possibile visitare alcune delle testimonianze più importanti della civiltà etrusca: tra le altre ricordiamo la tomba di Ildebranda che per la sua particolarità architettonica è uno dei più importanti siti archeologici etruschi. E se siete proprio una coppia di studiosi appassionati non perdetevi fino al 31 luglio Le notti dell'archeologia.

Dove dormire

Per dormire a Pitigliano la scelta non manca, potete orientarvi verso romantici bed and breakfast nel centro storico oppure resort con centri benessere a Sorano.
Ma noi vi consigliamo un bio agriturismo dove siamo stati vicino a Montemerano che si chiama La Bella Antiglia. Posizionato nel mezzo delle colline maremmane, dovrete affrontare un sentiero non asfaltato ma verrete ripagati da un agriturismo che gode di un paesaggio meraviglioso, una bellissima piscina e se non bastasse un piccolo centro benessere dove rilassarvi con trattamenti e massaggi. La gentilezza di Mauro, il proprietario, e l'accoglienza dei suoi cani Miele e Luna vi faranno sentire a casa!
Il panorama dalla piscina della Bell'Anitglia



Dove e cosa mangiare

Da provare assolutamente il piatto tipico della zona: l’acquacotta, una zuppa che nasce come piatto povero ma che saprà stupirvi soprattutto se lo assaggerete al Ristorante Cacio e Vino che si trova a Montemerano, un piccolo borgo da non perdere. Non fatevi intimidire dall'entrata che sembra quella di un bar e godetevi l'ottima cucina.
Ultimo consiglio i vini maremmani, che non godono della fama di quelli del Chianti o della zona di Montepulciano ma sono altrettanto buoni. Imperdibile ovviamente il Morellino di Scansano ma riservano sorprese anche i vini bianchi della Maremma: Trebbiano, Malvasia, Bellone, Bombino, Verdicchio.


Condividi!

Come nasce questo blog!

Romantico Weekend nasce a luglio 2014 come progetto editoriale social di cinque professionisti iscritti al Master in Marketing e Comunicazione Digitale de Il Sole 24 Ore . Claudia Gallini, Edoardo Bellio, Luca Busetto, Maneula Spoto e Valentina De Giorgi sono le firme di questo blog dedicato a tutti coloro che amano viaggiare e conoscere le bellezze dell’Italia in chiave romantica.