mercoledì 30 luglio 2014

Vasto:sulla Costa dei Trabocchi tra storia, mare, ottima cucina

Vasto:sulla Costa dei Trabocchi tra storia, mare, ottima cucina


Distesa su una dolce collina tra oleandri e pini marittimi al limite settentrionale dell’ampio Golfo D’Oro che collega l’Abruzzo con il Molise, sorge Vasto o, per chiamarla con il suo nome completo, la Città del Vasto. Il borgo antico è un luogo da visitare a piedi, mano nella mano, senza fretta nè orari prestabiliti, e, lasciandosi guidare unicamente dal ritmo lento e rilassato della vacanza, concedersi lunghe soste per lasciarsi conquistare dal fascino che ogni pietra, ogni casa, ogni singola veduta, possono suscitare in una coppia in cerca di qualche giorno di romantica tranquillità.


Perdersi tra le vie del centro storico è una piacevole sorpresa: ad ogni angolo si scoprono chiese antiche, piccole e deliziose piazzette con stupendi edifici, scorci paesaggistici sospesi tra presente e passato. Gironzolate quindi senza una meta precisa, e giocate a scoprire la città attraverso i suoi vicoli stretti, i portoni in legno e ferro battuto, le tante botteghe di artigiani e pittori locali. All’ora del tramonto però, vestitevi con maggior cura e pregustatevi la serata romantica che avete organizzato iniziandola “alla maniera locale”. La passeggiata tradizionale infatti, “lo Struscio” come lo chiamano qui, è un vero e proprio rito sociale che si svolge pressoché inalterato da secoli, ed a cui ogni turista che visiti la città non può non partecipare. Il ritrovo è in Piazza Rossetti, vero cuore della città, che con la sua forma ampia, i negozi e i tantissimi bar che la circondano rappresenta un luogo perfetto per incontrarsi, scambiarsi idee, racconti, opinioni, pettegolezzi. Da qui la passeggiata può poi continuare facendo una piccola deviazione verso il medievale Castello Caldoresco, con le sue torri ed il piccolo fossato che lo lambisce, per poi ritornare sul corso principale e, ammirando la varietà di stili dei palazzi che vi si affacciano, raggiungere la Chiesa di San Giuseppe e il vicino Palazzo D’Avalos, sede del museo archeologico, dove non potrà certamente mancare una sosta per ammirare il suo incantevole giardino napoletano affacciato direttamente sul golfo.

Costeggiando esternamente le mura che circondano il giardino, ci si inoltra in un vicolo stretto e, passando sotto un arco medievale, si raggiunge la Loggetta Amblingh, il punto più romantico della città. La Loggetta è infatti una terrazza che, costeggiando come una cinta muraria il perimetro del centro storico, si affaccia direttamente sul mare: da qui la vista spazia sull’intero golfo permettendo, nelle giornate più limpide, di abbracciare con lo sguardo non solo la costa e la bella città di Termoli, che presidia dal mare il limite meridionale del golfo stesso, ma persino il promontorio del Gargano e le Isole Tremiti. 



Se volete aggiungere una nota sofisticata alla vostra serata romantica, prenotate un tavolo sulla splendida terrazza del Castello d'Aragona, non lontano dal centro storico. Qui potrete gustare un’ottima cena di pesce accompagnata da vini pregiati e godere, tra candele, oleandri fioriti, buganvillee e piante di ogni genere, della splendida vista sul Golfo.

La visita di Vasto, di per sé, non richiede più di una giornata ma è un interessantissimo punto di partenza per esplorare gli incantevoli dintorni a cominciare proprio da Vasto Marina e dalle sue grandi spiagge di sabbia fine, il suo lungomare ricco di ristoranti, gelaterie e locali di vario genere, le sue calette di sassi dove godersi un mare limpidissimo in compagnia di qualche solitario e antico trabocco.


Non si può infatti non menzionare che Vasto è parte di un tratto di litorale conosciuto con il nome di Costa dei Trabocchi, le antichissime “macchine per la pesca” oggi tutelate dall’Unesco come Patrimonio dell’Umanità. Lungo il tratto di costa da Vasto Marina fino al vicino porto di Punta Penna si può vedere un intero gruppo di queste costruzioni dal fascino unico che Gabriele D’Annunzio descrisse come “..la macchina che pareva vivere d'armonia propria, avere un'aria ed un'effige di corpo d'anima" e che val la pena di vedere da vicino per comprenderne la complessità e la bellezza. Un consiglio super romantico per una serata da ricordare? Prenotate al Trabocco Cungarelle e concedetevi l’esperienza di una cena di pesce, gustando magari il famoso “brodetto alla vastese”, ed ammirate il cielo stellato con il sottofondo delle onde del mare che si infrangono sugli scogli!


Proprio vicino al Porto, consigliamo anche di passare almeno qualche ora nella riserva naturale di Punta Aderci, una piccola, preziosa baia, dove la natura è intatta e le correnti marine preservano un’acqua limpidissima. Per giungere alla riserva si può passare direttamente dalla spiaggia vicina al porto, oppure scegliere di arrivarci per il sentiero che attraverso campi di girasoli domina dall’alto la riserva. In questo secondo caso la fatica del percorso meno agevole viene ricompensata da una splendida vista sulla costa e sul bellissimo trabocco solitario che ne fa da guardiano.
Spostandosi di una quarantina di chilometri verso sud e seguendo la linea tracciata naturalmente dal golfo stesso, consigliamo di sconfinare nella regione Molise per dedicare almeno una serata alla visita della città di Termoli, con il suo incantevole borgo antico cinto da mura a picco sul mare. Da qui partono ogni giorno i traghetti verso le Isole Tremiti, ma in qualunque stagione dell’anno vale la pena passeggiare tra i vicoli bianchi della città vecchia per ammirare il Castello Svevo, la Cattedrale del IX secolo, l’ampia veduta sul golfo, o anche solo fermarsi in una delle botteghe di artigianato o in uno dei tantissimi ristoranti a gustare la cucina locale.
Per rendere realmente indimenticabile il vostro weekend a Vasto vi consigliamo di dormire al Resort Baia Delphis, una struttura esclusiva di recentissima costruzione situata nei pressi di una caletta poco fuori Vasto Marina, tra oleandri, pini marittimi, limoni ed olivi. Location romantica e ricercata, sarete cullati dal suono del vento che sfiora le foglie degli alberi e dalle onde che accarezzano la riva e, come me, vi innamorerete di questo piccolo angolo di paradiso!

Come arrivare:
Vasto dista circa 70 chilometri dall’aeroporto di Pescara, da cui è raggiungibile tramite autobus di linea o treno (Stazione di Vasto-San Salvo). Il modo migliore per visitarla è però tramite un mezzo proprio perché permette di annullare i tempi morti e di spostarsi in piena libertà per ammirare anche i dintorni. Consigliamo pertanto di noleggiarne uno direttamente in aeroporto o in stazione. Dall’aeroporto bisogna immettersi sull’autostrada A14 Bologna-Taranto e proseguire verso Sud in direzione Taranto. Dopo circa 50km uscire a Vasto Nord e proseguire seguendo le indicazioni. Il tempo stimato per raggiungere in auto la città è di circa 40 minuti.
Condividi!

Come nasce questo blog!

Romantico Weekend nasce a luglio 2014 come progetto editoriale social di cinque professionisti iscritti al Master in Marketing e Comunicazione Digitale de Il Sole 24 Ore . Claudia Gallini, Edoardo Bellio, Luca Busetto, Maneula Spoto e Valentina De Giorgi sono le firme di questo blog dedicato a tutti coloro che amano viaggiare e conoscere le bellezze dell’Italia in chiave romantica.